Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Prodi’ Category

In questi ultimi giorni c’è stato un interessante scambio di battute tra Luca Ricolfi e Romano Prodi.

Origine dello scontro questo articolo di Ricolfi, dove lo studioso invitava i contendenti nell’attuale campagna elettorale a evitare di distorcere la realtà in base alla propria convenienza, o meglio a cercare di avere un giudizio condiviso sul recente passato. Nel fare ciò criticava Berlusconi per aver gonfiato la percentuale di realizzazione del suo programma nella scorsa legislatura ed invitava Veltroni ad evitare di decantare la magnifica azione del governo sulla lotta all’evasione e sul risanamento dei conti pubblici.

Le analisi di Ricolfi ed i dati su cui si basano sono ricavate in modo “scientifico” o meglio citando i dati e i metodi utilizzati per analizzarli.

All’invito ha risposto immediatamente sempre su La Stampa l’ex-presidente del Consiglio. La sua è la tipica risposta piccata di chi ha pochi argomenti per controbattere e finisce per mettere la questione sul piano personale.

Si possono criticare i metodi e i dati di base, ma quando la si mette sul piano dei “retropensieri” a mio parere si è alla frutta.

Oggi due risposte di Ricolfi. Una sui toni ed una sui dati.

Nel leggere tutto lo scambio ognuno si può fare la propria idea di dove stia la verità.

Sarebbe bello che tutti togliessimo, a destra come a sinistra, le lenti della faziosità e provassimo ad analizzare il passato per quello che è stato ed i governi per quello che realmente hanno fatto, in bene ed in male.

Altrimenti, si rimarrà al muro contro muro di due realtà entrambe fasulle in cui piace cullarci, pensando che la nostra parte politica sia sempre la migliore e per grazia abbia il dono dell’infallibilità.

Sarebbe un primo passo per cominciare a diventare dal basso della nostra irrilevanza un paese “normale”.

Annunci

Read Full Post »

Alitalia, per ragioni economiche, decide di lasciare Malpensa. Ne ha tutto il diritto e il governatore Formigoni, pur con tutto il diritto di lamentarsi, non ha senso che cerchi di impedirlo. SEA, che gestisce l’aeroporto, ha tutto il diritto, per ragioni economiche e in caso vi fossero dei contratti non rispettati, di chiedere un risarcimento e il (ex)Presidente del Consiglio,  pur con tutto il diritto di lamentarsi, non ha senso che cerchi di impedirlo.

L’abbraccio troppo stretto politica ed economia fa male all’una e all’altra, ma in Italia si fa finta di non capirlo.

Read Full Post »