Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for febbraio 2007

Azione, non reazione

In questi giorni di crisi di Governo, trovo singolare che, mentre la cosìdetta Unione tende a ricompattarsi sotto la minaccia dello spettro di un ritorno alle urne, la ex Casa delle Libertà (perchè dire che esiste ancora è non voler guardare in faccia la realtà) si sta sciogliendo come neve al sole.

Paradossalmente la forza di ognuna delle due coalizioni che popolano il nostro parlamento sembra dipendere in maniera diretta dalla coesione messa in campo dallo schieramento opposto. Quello che, più di ogni altro, ha ricompattato il centro-sinistra non è certo stata la convergenza sui 12 fantomatici punti non negoziabili (che ognuno sarà pronto a disconoscere al momento opportuno), quanto lo spettro di un ritorno al potere di Berlusconi, il diavolo, la reincarnazione del male assoluto: l’altro.

Per quanto tale visione politica non sia sicuramente illuminata, anche Forza Italia, AN, UdC e Lega non presentano alternative interessanti. Il panorama dell’opposonzione è una landa desolata, arida in cui qualche scalmato urla contro l’erba del vicino (Unione) o dell’amico (alleato) perchè meno verde della sua pur non innaffiando da anni il proprio sabbioso orticello. Insomma: uno scempio.

La stessa azione politica dell’opposizione è stata fino ad ora improntata alla reazione, all’inseguimento spasmodico dell’istante senza una visione temporale più ampia. Il governo propone… io reagisco. Così ragionano i bambini, forse… così obbedisce il mondo secondo principio di azione e reazione. E’ chiaro che l’onere della progettualità politica sta nelle mani di chi governa e propone, ma tale atteggiamento non porta a nulla, forchè a distruggere ogni possibile dialogo e ogni possibile idea. (altro…)

Annunci

Read Full Post »

Ed ora?

Bene, mi sbagliavo. Il governo Prodi è effettivamente caduto sulla politica estera. Non sono bastate le acrobazie verbali e concettuali di un D’Alema che, ironia della sorte, cercando di accontentare tutti alla fine li ha scontentati.

Ora ci saranno le consultazioni di rito, ma le prime considerazioni si possono fare. Io di politica non ne capisco una mazza, ma vedo possibili pochi scenari: (altro…)

Read Full Post »

Coerenze…

Dopo aver dichiarato questo, coerenza vorrebbe che, una volta accaduto quanto non previsto, il Ministro D’Alema dia le sue dimissioni…. almeno lui.

Alla fine temo vincerà l’aderenza alla poltrona piuttosto che quella alla realtà e domani si dirà che in fondo non è successo niente.

Read Full Post »

(AGI) – Roma, 19 feb. – “Oggi e’ stata definitivamente superata la crisi della Fiat degli anni scorsi, vi sono le premesse per lo sviluppo”. Lo ha detto il ministro del Lavoro, Cesare Damiano, nel corso della conferenza stampa al termine dell’incontro tra governo, sindacati e azienda. (AGI)

Bene, molto bene… la crisi della Fiat è finite, le magnifiche sorti e progressive del governo ulivista ci segnalano un futuro roseo, serio… infatti:

(AGI) – Roma, 19feb. – E’ stato firmato il verbale nel quale il governo soddisfa interamente la richiesta della Fiat di una mobilita’ lunga per 2.000 dipendenti. “Il governo riconosce la sussistenza delle condizioni ai sensi del comma 1189 della legge 296 del 27 dicembre 2006 – si legge nel documento sottoscritto da azienda, sindacati e Palazzo Chigi – per concedere al gruppo Fiat una quota di mobilita’ lunga nella misura indicata nell’accordo stipulato tra azienda e organizzazioni sindacali il 18 dicembre del 2006”.


Ma come, non era finita la crisi? A che serve questa mobilità lunga? E’ bello… la Fiat è risorta… ma come prima io pago. Che tristezza.

Read Full Post »

Il Ministero del Tesoro, il maggior azionista della compagnia di bandiera, ha annunciato ieri sera, grazie al cielo a mercati chiusi, quali tra gli 11 iniziali pretendenti all’acquisto di Alitalia accederanno alla “fase due“.

I cinque prescelti sono:

  1. Management & Capitali Spa il fondo “salva imprese” capitanato e ideato da Carlo De Benedetti;
  2. Texas Pacific Group, fondo americano di private equity, che nel passato ha già contribuito al rilancio di Continental Airline e che dallo scorso sta cercando di acquisire Qantas, la compagnia aerea australiana;
  3. MatlinPatterson Global Advisers LLC, altro fondo di private equity americano;
  4. Ubm (Unicredi Banca Mobiliare), che negli scorsi giorni, per bocca del suo AD Profumo, ha confermato di aver presentato l’offerta non “in proprio”, ma per conto di non meglio specificati clienti (qualcuno sostiene Lufthansa, anche se la compagnia aerea ha più volte smentito);
  5. Ap Holding S.p.A di Carlo Toto, vale a dire, sostanzialemente Air One, in parte finanziata da Banca Intesa (da leggere questo interessante articolo apparso ieri sul Sole 24 Ore)

(altro…)

Read Full Post »

Di imbecilli

Dopo questa notizia pare che il ministro Melandri abbia dichiarato: “Non tutti gli imbecilli sono rimasti a casa“.

Voci dicono che sia allo studio del Ministero degli Interni l’istallazione di tornelli e zone di prefiltraggio intorno ai centri sociali… anche se l’ipotesi più plausibile pare quella che ne prevede l’installazione intorno alle sedi di Libero, Sky e Mediaset, non che dell’Eni per evitare l’ingresso a pochi facinorosi. Proteste di Emilio Fede: “Il tifo non è marcio”.

Read Full Post »

Promemoria

In questi giorni di lutto, di violenza, di stop ai campionati e future partite a porte chiuse, in questi momeni di “calcio malato”, leggi speciali, diritti tv, arbitri e partite truccate; in queste ore di “tifo” (?) violento e sospensione del pensiero…

…forse è il caso di ricordarsi che il calcio è questo. Il resto è altro.

Read Full Post »